Arte e storia vicino ad Alba Adriatica

civitella del tronto

Non solo mare ma anche città d’arte: la provincia di Teramo è ricca di tesori artistici tutti da scoprire. A partire da Alba Adriatica con le sue ville gentilizie e un Torrione borbonico del 1500, avamposto nelle guerre contro i pirati. La vicina Tortoreto che ha un borgo storico con una villa rustica romana risalente all’età giulio-claudia e la Chiesa di Santa Maria della Misericordia di epoca romanica.

Nei dintorni di Alba Adriatica, addentrandosi verso l’interno del teramano, troviamo Campli che si fregia della presenza della Scala Santa del 1776 meta di numerosi pellegrinaggi, oltre alle Chiese di San Giovanni Battista e di San Francesco d’Assisi, di importanza nazionale grazie alle decorazioni parietali e ai loro portoni lavorati, e infine Palazzo Farnese, la Porta Angioina e il Museo Archeologico Nazionale che conserva i ritrovamenti della necropoli italica della limitrofa Campovalano.

scala santa campli

Il territorio della Val Vibrata è disseminato di piccoli centri storici molto importanti dal punto di vista storico-artistico. Tra questi Colonnella, chiamata la sentinella dell’Adriatico per la sua posizione strategica, può annoverare tra le sue bellezze artistiche la Chiesa di san Cipriano, la Torre dell’Orologio e la romana Fonte vecchia. Corropoli riporta testimonianze di insedimenti già dalla preistoria, e non bisogna trascurare una visita alla Piazza Piè di Corte, al Santuario di Sant’Agnese e all’Abbazia di S. Maria di Mejulano fino alla Torre Campanaria. Sant’Omero, piccolo centro che conserva l’unico monumento d’Abruzzo anteriore all’anno mille: la Chiesa di S. Maria a Vico, è un vero e proprio borgo fortificato.

Molto importante è il centro di Civitella del Tronto: perfettamente conservato ci riporta all’epoca borbonica grazie alla sua enorme Fortezza, opera di ingegneria militare unica in Italia, centro protagonista di eventi suggestivi durante tutto l’anno. Per approfondimenti http://www.unionecomunivalvibrata.it/